SICUREZZA INFORMATICA

Ecco i malware più pericolosi per i computer

Le famiglie di virus che attaccano quotidianamente i nostri computer sono diverse ed hanno il solo ed unico obiettivo di arrecare danno a qualsiasi sistema informatico: distruggere o bloccare un dispositivo e nella maggior parte dei casi anche per rubare i dati delle aziende.

Esistono diverse famiglie di malware, programmi dannosi alla sicurezza informatica, alcuni di essi sono più pericolosi per il dispositivo ed altri invece per le informazioni riservate degli utenti aziendali. Ogni tipologia di virus utilizza un modo diverso di operare e li possiamo trovare in un’email, in un allegato, nei canali di comunicazione oppure all’interno di programmi che il sistema pensa siano sicuri.

Altri invece sfruttano delle vulnerabilità nei software per infettare computer e dispositivi mobili, ecco perché riteniamo molto importante scaricare gli aggiornamenti. Quali malware sono più pericolosi?

Ransomware

Uno dei più pericolosi che ha l’obiettivo di attaccare aziende ed istituzioni è il ransomware. Abbiamo avuto l’esempio WannaCry da cui abbiamo intuito il piano d’azione: criptare i dati archiviati nei computer e chiedere un riscatto in cambio per decriptarli. Soluzione tra l’altro che non assicura il completo recupero dei dati.

Rootkit

Un malware difficile da individuare che ha come obiettivo quello di ottenere il controllo del computer appropriandosi dei privilegi di amministratore. E’ un virus pericoloso e silenzioso, capace di nascondersi anche a qualche antivirus. Per rimuoverlo nella maggior parte dei casi è necessario formattare il computer.

Persistent Malware

Un malware persistente, un programma dannoso che non scompare mai del tutto anche dopo la rimozione. Difficile da scoprire e nonostante viene cancellato dagli antivirus, continuerà ad indirizzare il traffico internet del computer verso pagine che scaricano altri virus. Ha come obiettivo quello di lasciare nel computer altri virus pronti ad attaccare continuamente.

Firmware Malware

Si tratta di una versione di virus altrettanto pericolosa che si nasconde in modo profondo nelle componenti hardware. Attacca i firmware, programmi che servono ad avviare gli elementi di un dispositivo hardware e sarà necessario sostituire le parti infette perché risulterà difficile individuarlo dagli antivirus.

Cosa fare per prevenire e risolvere tali problematiche?

Oltre ad una buona dose di prevenzione ed attenzione all’utilizzo del computer, andrebbero sempre aggiornati i sistemi operativi, evitare di scaricare programmi da siti non ufficiali ed ignorare i messaggi che provengono da fonti poco attendibili.

Puoi inoltre richiedere il nostro supporto in caso di necessità sia in termini di prevenzione adottando soluzioni che riescono a mettere in sicurezza la tua attività d’ufficio che per il ripristino di qualsiasi problematica già in azione che va a compromettere l’esperienza d’uso del computer.

Condividi Questo Articolo

Send this to a friend