GDPR

La stampa dei documenti dovrà essere conforme al GDPR

Mancano pochi giorni all'adeguamento GDPR, entro il 25 maggio 2018 le aziende dovranno adeguarsi al nuovo regolamento Europeo sulla privacy. Sarà necessario adeguarsi ad una corretta gestione del dato in ambito printing, poiché la normativa riguarda anche tutte le attività di stampa per garantire riservatezza ai dati.

Numerose sono le aziende che non riusciranno ad adempiere alla nuova normativa inerente la riservatezza e la sicurezza dei dati perché hanno trascurato le potenziali vulnerabilità associate alla stampa. Un ambiente di stampa non protetto è sinonimo di un ambiente IT non sicuro. Esistono punti di vulnerabilità da tenere in considerazione:

  • Uso improprio di dispositivi e documenti di stampa
  • Conservazione di dati su memorie interne di dispositivi
  • Violazioni potenziali sulla rete dei dispositivi
  • Mancata presa in consegna dei documenti

La legislazione per la protezione dei dati è stata recentemente aggiornata al fine di riflettere i comportamenti e gli attuali servizi online, cloud e di social media. La nuova normativa imporrà sanzioni pesanti per le aziende che non si impegnano in uno sforzo concreto in merito alla protezione dei rischi.

In questi giorni la massima attenzione è rivolta al GDPR, Regolamento generale sulla protezione dei dati 2016/679 dell’Unione Europea (UE), tuttavia esiste un lungo elenco di normative europee in fase di elaborazione in materia di riservatezza UE che influiranno sul modo in cui le aziende gestiscono i documenti stampati ed i processi dei documenti in futuro.

Le aziende hanno 4 priorità d’investimento principali:

  1. Identificare le applicazioni che usano dati relativi al regolamento specifico di conformità
  2. Mappare, valutare e classificare i dati attraverso un’analisi completa
  3. Creare documentazione specifica
  4. Rivedere ed ottimizzare la gestione di identità e accesso ai dati

Il GDPR punta i riflettori sulla sicurezza della stampa, dei documenti e sulla riservatezza dei dati. Richiede che siano soddisfatte determinate condizioni: percorso di audit, l’accesso ed elaborazione autorizzata, mentre le informazioni dovranno essere protette. Nel caso in cui si verifichi una violazione, le aziende dovranno dimostrare concretamente di aver messo in atto misure adeguate per evitarla.

Ad oggi non tutte le aziende sembrano avere i requisiti necessari per adempiere alla normativa e spesso sono ignare o inconsapevoli  del suo impatto e delle relative scadenze. Nonostante le sanzioni entrino in vigore nel corso di questo 2018, durante il 2017 erano ancora tanti gli utenti che non sapevano cosa fosse il GDPR, alcuni non conoscevano l’effettiva entrata in vigore, mentre coloro che era consapevoli di cosa fosse questo regolamento europeo (GDPR) non conoscevano bene dove intervenire per ciò che riguarda i processi di stampa.

Per assicurarsi che la gestione della stampa e dei documenti siano conformi alla normativa, occorrerà essere consapevoli che la sicurezza aziendale è una priorità assoluta per tutti: dai liberi professionisti fino alle grandi multinazionali. I 3 principali punti da affrontare relativi a questo aspetto sono:

  1. Pianificare la continuità di servizio ed il ripristino in caso di perdita dei dati (disaster recovery)
  2. Restare al passo con i tempi aggiornando i sistemi da attacchi sempre più avanzati
  3. Soddisfare le normative obbligatorie in materia di conformità

Esistono già molte soluzioni che migliorano l’efficienza della gestione della stampa e dei documenti presso le aziende e allo stesso tempo aiutano ad affrontare la sfida della conformità in materia di riservatezza dei dati:

  • Soluzioni per la gestione ed il monitoraggio della stampa: strumenti efficaci per tenere traccia e che permettono un’analisi utile per individuare che cosa viene stampato, da quale postazione e da quale utente. Elemento essenziale per evitare le violazioni di sicurezza.
  • Accesso ed autenticazione sicuri: tante aziende richiedono ai propri dipendenti di autenticarsi su un dispositivo di stampa prima dell’uso, accedendo tramite PIN oppure tramite scheda di comunicazione NFC. Funzionalità obbligatoria per chi elabora materiale sensibile.
  • Accesso sicuro alla stampa con directory attiva: offre maggiore sicurezza e maggiore flessibilità con la possibilità di impostare un limite temporale per la raccolta.
  • Sicurezza del dispositivo di stampa: le aziende temono sempre più che le informazioni aziendali riservate e conservate su dispositivi di rete, possano diventare di utilizzo pubblico. Alcuni produttori di stampanti garantiscono il recupero di documenti da un server centralizzato sicuro oppure da un dispositivo cloud protetto.
  • Scansione sicura: anche i documenti scansionati possono essere protetti come un file PDF con un codice PIN di accesso oppure impiegando un protocollo di trasferimento sicuro dei file per creare un flusso di dati protetto.
  • Comunicazioni sicure di dati: i dispositivi utilizzati per la stampa, la scansione e altre attività di gestione documenti devono essere protetti configurando funzioni di sicurezza per assicurarsi che le comunicazioni siano autenticate, affidabili e riservate.
  • Minacce di rete: le aziende devono garantire che il dispositivo di stampa non sia un punto vulnerabile applicando un livello avanzato di sicurezza.

Intervenire nei singoli processi non solo aiuta a soddisfare la normativa ma permette di risparmiare sui costi e gestire le attività in modo più efficiente su base quotidiana. Per ogni esigenza legata alla conformità sul GDPR siamo a tua completa disposizione.

Condividi Questo Articolo

Vuoi ricevere una consulenza sul GDPR? Lascia qui i tuoi dati

Social News

Video Linea Ufficio

NOTEBOOK

Leggero e completo, Fujitsu presenta il Lifebook U938

Lifebook U938 è il nuovo notebook ultrasottile di Fujitsu che sostituirà il modello precedente Lifebook U937. Disponibile nelle colorazioni nera e rossa, pesa appena 920 grammi ed è dotato di funzionalità avanzate per garantire la massima sicurezza dei dati.

Il nuovo Lifebook U938 è il notebook più leggero e completo di fascia business sul mercato e mette a disposizione potenti processori Intel® Core™ vPro di ottava generazione, porte di connettività di dimensioni standard e funzionalità di autenticazione biometrica di livello enterprise.

Lifebook U938 presenta un profilo sottile e leggero, pesa infatti solo 920 grammi, vanta numerose caratteristiche tra le quali opzioni di connettività con interfacce di dimensioni standard per HDMI, USB Type A e C, audio combinato, schede SD, lettore di smart card e un modulo 4G/LTE opzionale. Notebook dotato anche di una batteria a lunga autonomia che assicura la produttività per un’intera giornata di lavoro.

Disponibile nelle colorazioni nera e rossa, Lifebook U938 pesa appena 920 grammi con un display Full HD antiriflesso da 13,3 pollici, dotato di funzionalità avanzate per garantire la massima sicurezza dei dati in esso contenuti incluso il sensore biometrico PalmSecure che identifica il palmo della mano attraverso i vasi sanguigni.

Ecco il video di presentazione del nuovo Lifebook U938

Condividi Questo Articolo

Vuoi ricevere maggiori informazioni? Lascia qui i tuoi dati

Social News

Video Linea Ufficio

WINDOWS 10

Le aziende scelgono Windows 10, dati in crescita

Secondo Net Applications siamo in presenza di una crescita positiva nella migrazione dei PC aziendali verso Windows 10. Le aziende hanno iniziato ad aggiornare i vecchi sistemi operativi ed ottenere così una maggiore garanzia in termini di affidabilità e sicurezza.

Secondo Net Applications siamo in presenza di una crescita positiva nella migrazione dei PC aziendali verso Windows 10. Le aziende hanno iniziato ad aggiornare i vecchi sistemi operativi ed ottenere così una maggiore garanzia in termini di affidabilità e sicurezza. Oggi Windows rappresenta l’87,7% di tutti i sistemi operativi.

A febbraio Windows 10 ha perso un piccolo 0,2% rispetto a gennaio, ma dal suo debutto possiamo affermare che Windows 10 è cresciuto in modo costante e quindi questo lieve calo può essere considerato una frenata circoscritta e non definitiva. L’incremento è stato sicuramente incentivato anche dall’aggiornamento gratuito che ha permesso di convertire i vecchi sistemi Windows 7 e 8.1.

Sebbene non sia chiaro quali percentuali di PC aziendali contribuiscano ai dati di Net Applications (poiché alcuni sistemi aziendali raramente navigano su Internet, rimanendo invece nel perimetro intranet dell’azienda), il motivo della costante crescita di Windows 10 può essere tranquillamente determinato soprattutto da quei PC aziendali che migrano verso il sistema operativo più recente per una migliore operatività in ufficio.

Le aziende hanno inoltre una scadenza importante da ricordare, il “pensionamento” di Windows 7 a partire dal 14 gennaio 2020 e quindi non è assolutamente una sorpresa questa crescita di Windows 10, considerata anche la pressione per far uscire Windows 7 dalle reti aziendali.

Va detto però che nonostante questo risultato, le stime indicano che Windows 7 sarà ancora presente nel 35% di tutte le installazioni di Windows attive a gennaio 2020, periodo in cui Windows 10 dovrebbe invece rappresentare circa il 63% di tutte le installazioni Windows su laptop e PC desktop. Questo 35% previsto seguendo l’andamento di Windows 7 negli ultimi 12 mesi, starà a significare che ci saranno più PC aziendali con Windows 7 rispetto a quando cessò il supporto per Windows XP.

Le previsioni di Net Applications affermano che Windows 10 supererà Windows 7 come user base tra tutti i PC Windows nell’agosto di questo 2018, con percentuali del 45% per Windows 10 e del 44,6% per Windows 7. Tra le altre stime effettuate abbiamo notato che la quota di utenti con MacOS è rimasta stabile al 9,9%, andando quindi vicinissima a un traguardo del 10% una volta impensabile.

Molte organizzazioni, evidenziano come la sicurezza continui ad essere la loro preoccupazione principale e che gli aggiornamenti dei sistemi in azienda è un modo per proteggere i loro dispositivi e i loro dati. L’aggiornamento del sistema operativo a Windows 10 dalle versioni precedenti è possibile richiederlo al nostro supporto tecnico in qualsiasi momento. Le funzionalità di protezione presenti in Windows 10 unite a dispositivi più innovativi aiutano la tua azienda a mettersi al sicuro ed aumentare così la produttività dei propri dipendenti con sistemi maggiormente affidabili.

Condividi Questo Articolo

Vuoi aggiornare i tuoi sistemi a Windows 10? Lascia qui i tuoi dati

Social News

Video Linea Ufficio

OFFICE 365

Lavora con più efficienza grazie ad Office 365

La maggior parte dei tuoi clienti e dipendenti è già mobile. La capacità delle PMI di sfruttare la mobilità grazie al cloud offre ai lavoratori un accesso flessibile a dati e applicazioni. I documenti vengono archiviati, sincronizzati e resi condivisibili in totale sicurezza.

L’efficienza della collaborazione e della comunicazione è un elemento essenziale per il successo di ogni business. Con Office 365 oggi è più facile aumentare la produttività in minor tempo. Le applicazioni di Office 365 come Word, Excel, PowerPoint e Outlook, insieme ad altri strumenti per la produttività, ti permettono di reinventare la modalità di comunicazione e collaborazione.

Il lavoro di squadra è la chiave per il successo

L’aspetto straordinario degli strumenti per la produttività che il cloud offre è che permettono al team di lavorare insieme con maggiore efficienza.

Con le nuove applicazioni di Office 365 sarà possibile utilizzare una combinazione di dispositivi aziendali e personali, per accedere in modo sicuro, sfruttando i vantaggi di un’esperienza uniforme su tutti i desktop, portatili, smartphone e tablet con sistemi operativi iOs, Android e Windows.

Inoltre, si potrà ottenere la flessibilità necessaria per modificare ed accedere in tempo reale ai documenti da più dispositivi in totale sicurezza, lavorando sempre sull’ultima versione con le modifiche apportate e salvate da tutto il team.

Qualsiasi luogo è giusto per lavorare

La tecnologia mobile si moltiplica oggi: oltre 260 milioni di persone che lavorano in piccole imprese ricorrono al telelavoro ed usano servizi basati sul cloud. Grazie a questa soluzione, tu ed il tuo team avrete la possibilità di visualizzare e modificare accuratamente i documenti su tutti i dispositivi. In questo modo, qualsiasi lavoratore avrà la possibilità di visualizzare, modificare, esaminare e presentare le informazioni attraverso un’esperienza utente semplice e comoda, ottimizzata per i dispositivi in possesso passando da un dispositivo all’altro senza perdere tempo. Grazie all’integrazione con Microsoft OneDrive for Business sarà possibile inoltre, creare contenuti insieme ad altri utenti, anche fuori ufficio.

Sincronizza tutte le attività in sicurezza

L’archiviazione sul cloud sincronizza le informazioni tra dispositivi diversi, permettendoti di visualizzare sempre l’ultima versione di un file insieme ai tuoi colleghi, indipendentemente da dove vi troviate e dal dispositivo utilizzato. Con strumenti per la produttività e la collaborazione basati sul cloud sarà possibile avere a disposizione il contenuto più aggiornato con particolare attenzione alla sicurezza ed alla privacy di alto livello.

Office 365 usa un livello avanzato di controllo e funzionalità di sicurezza con servizi sempre disponibili ed aggiornati.

La collaborazione in tempo reale è un vantaggio

Grazie a potenti funzionalità di ricerca e controllo delle versioni, ognuno potrà trovare rapidamente quello che cerca ed avrà la possibilità di rispondere in modo rapido alle mutevoli condizioni del mercato.

Con Office 365 potrai liberare i dipendenti dai tradizionali vincoli legati a dispositivi fissi e sede di lavoro. Mantenere sempre sincronizzato il tuo team di lavoro sarà semplice ed immediato senza alcun rischio di dati a prescindere dal dispositivo utilizzato.

Condividi Questo Articolo

Vuoi ricevere maggiori informazioni? Lascia qui i tuoi dati

Social News

Video Linea Ufficio

SERVER

Più sicurezza con la nuova generazione di Server ProLiant

HPE annuncia i server ProLiant Gen 10 con tecnologia flash ad alte prestazioni per le piccole e medie imprese, in grado di aumentare le prestazioni applicative riducendo i rischi a vantaggio della sicurezza aziendale.

Con questa nuova generazione di Server ProLiant, HPE continua a progettare soluzioni orientate alla Digital Transformation delle piccole e medie imprese, mettendo a loro disposizione tecnologie avanzate in grado di salvaguardare gli investimenti, garantire maggiore efficienza ed avere la capacità di gestire il cambiamento dell’infrastruttura aziendale nel corso degli anni.

E’ stato introdotta un nuova gamma “flash” ad alte prestazioni con soluzioni innovative nelle aree Storage, Server e Sistemi Iperconvergenti. L’obiettivo è quello di garantire infrastrutture accessibili, sicure e performanti che permettono di beneficiare di tutti i vantaggi che derivano dalle nuove tecnologie.

Tra le novità troviamo, un nuovo storage array ancora più potente HPE Msa, i flash array HPE Nimble Storage ed un sistema iperconvergente all-flash denominato HPE SimpliVity 380. Oltre la proposta di questi nuovi sistemi all-flash, troviamo anche il nuovo switch HPE StoreFabric M-Series che offre un buon rapporto costo-prestazioni per connettività Ethernet e storage di rete.

Le organizzazioni di medie dimensioni che hanno deciso di adottare i Server più sicuri al mondo possono contare su questi sistemi: HPE ProLiant ML110, ProLiant ML350 e ProLiant DL580, tutti di ultima generazione Gen 10 ed ottimizzati per supportare la crescita del business.

Il Server ML100 Gen10 è il tower monoprocessore dalle performance migliori per PMI in grado di raggiungere il 21% delle prestazioni in più rispetto alla generazione precedente. Il Server ML350 Gen10 è il tower 2P più potente e versatile della linea ProLiant grazie al 71% delle performance in più e al 27% di incremento nel numero di core rispetto alla generazione precedente ed infine, il modello DL580 offre un ottimo livello di sicurezza, un’alta espandibilità di storage ed una scalabilità prestazionale da 2 a 4 processori.

Server Gen 10, sicuri nel firmware

I cyberattacchi sono aumentati significativamente e gli hacker sono sempre più abili. I rilevamenti di vulnerabilità e violazioni vengono ripetutamente attribuiti ad attacchi via firmware.

La proposta Server Gen 10 di HPE consente di abbassare la frequenza quando si richiede il massimo delle performance riducendo la latenza applicativa, consente di massimizzare le prestazioni di tutti i core del processore ed applica il costante monitoraggio sul firmware con il vantaggio di avere in tempo reale la notifica di violazione e la possibilità di eseguire automaticamente il ripristino ad uno stato precedente la violazione stessa, per tornare subito operativi sullo stesso server con tempistiche molto ridotte. Una generazione ad alta affidabilità che offre una nuova esperienza di elaborazione dati.

Condividi Questo Articolo

Vuoi ricevere maggiori informazioni? Lascia qui i tuoi dati

Social News

Video Linea Ufficio

Send this to a friend